Indice del forum

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Ma che senso ha ...

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Links, recensioni e iniziative
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Set 25, 2017 2:56 pm    Oggetto: Ads

Top
Alberto



Registrato: 09/04/06 12:50
Messaggi: 518

MessaggioInviato: Dom Nov 14, 2010 2:16 pm    Oggetto: Ma che senso ha ... Rispondi citando

Vi propongo, paro paro, un bell'esempio di bomba. Molto probabilmente non vedrete mai un cavallo morire di "errata alimentazione", ma provate ad immaginare il super lavoro che deve essere fatto per digerire tutto cio' ;o)

E' un mangime di "libera vendita":

Proteina Greggia 15,5 %
Grassi Greggi 4,6 %
Fibra Greggia 9,5 %
Ceneri Gregge 9,9 %

Prima stupidata. I valori riferiti a proteina, grassi e fibre possono essere greggi o digeribil. Le ceneri sono ceneri e basta, perche' gregge ? Trovo questa cosa, se detta da un mangimista, molto superficiale e soprattutto indicativa di poca preparazione. Ergo non mi fido.

MODALITA’ DI IMPIEGO:
Indicato per puledri in crescita e adulti che necessitano di rapido recupero muscolare. Somministrare a puledri da 6 a 12 mesi da 3 a 5 Kg /die; a puledri da 12 a 36 mesi da 3,5 a 5 Kg /die; ad adulti da 700 a 1000 gr./ Kg.100 p.v. al di. Suddividere in 3 profende giornaliere, lasciare a disposizione acqua potabile, pulita e buon foraggio.

Consigliano quantita' che arrivano a 5 Kg in un puledro di 3 anni. Come ultimo dato ilo foraggio. Lo definirei demenziale.

INGREDIENTI:
ORZO fioccato/macinato – GRANTURCO fioccato/macinato – FARINA di ESTRAZIONE DI GIRASOLE – CRUSCA DI FRUMENTO – AVENA – SOIA fioccata (PRODOTTA DA SOIA GENETICAMENTE MODIFICATA) -F.E di Soia – SEMI di LINO estrusi - MELASSO DI CANNA DA ZUCCHERO – OLIO di SOIA GREZZO (PRODOTTA DA SOIA GENETICAMENTE MODIFICATA) – CARBONATO DI CALCIO da rocce macinate - FOSFATO BICALCICO di origine minerale – CLORURO DI SODIO - INTEGRAZIONE VITAMINICA MINERALE, AMMINOACIDICA – LIEVITI MICROINCAPSULATI.

Le farine di estrazione sono sottoprodotti degli alimenti. I fioccati sono potenzialmente pericolosi, ogni derrata di media o bassa qualita', muffe, inquinanti, polveri, e quant'altro vi possa venire in mente, se passati attraverso una fase di precottura, la fioccatura, diventano un prodotto sano, ma non lo sono.

Vi dico come leggere un cartellino, se non lo sapete: gli elementi che compongono il mangime sono elencati in ordine decrescente rispetto alla quantita'. Nel nostro caso prima voce orzo. Proviamo ad esaminare le singole voci.

Orzo fioccato, da escludere in quanto fioccato.
Granturco fioccato, stessa cosa.
Farina di estrazione di girasole, bomba proteica, dal 24 al 34 %, da escludere.
Crusca di frumento, non se ne parla.
Avena, primo elemento da salvare.
Soia fioccata, da eliminare perche fioccata e perche' troppo proteica, pure OGM.
Farina di estrazione di soia, a rieccoci, via !
Semi di lino, servono per curare problemi intestinali o simili. Se il cavallo e' sano, non servono, specialmente se crudi.
Melasso di canna, serve solo per legare fisicamente gli elementi tra di loro.
Olio di soia, secondo elemento da salvare.

Praticamente salviamo solo l'avena e l'olio di soia.

Guardiamo adesso le integrazioni:

INTEGRAZIONE PER Kg.:
VIT. A 11000 UI – VIT. D3 2230 UI – VIT. E 127 mg – VIT. B1 28 mg - VIT. B2 19 mg – VIT. B6 21,9 mg – ACIDO D Pantotenico 16,7 mg – VIT. H Biotina 0,39 mg – VIT. C 146,1 mg – MENADIONE Sod. Bis. 28,9 mg – VIT. PP 41,1 mg – IT. B12 0,2 mg – ACIDO Folico 8,7 mg – COLINA Cloruro 192,3 mg – COBALTO 0,46 mg – FERRO 104,6 mg – IODIO 1,2 mg – MANGANESE 152 mg – RAME 46,5 mg – SELENIO 0,2 mg – ZINCO 201 mg AMMINOACIDI : LISINA 168 mg – METIONINA 32,8 mg - CISTINA 31,2 mg – TRIPTOFANO 17,6 mg – TREONINA 84,8 mg – ISOLEUCINA 88 mg – LEUCINA 132,8 mg – ISTIDINA 96,8 mg – FENILALANINA 51,2 mg – TIROSINA 74,4 mg – AC.GLUTAMMICO 88,8 mg – ARGININA 81,6 mg

Contiene Vit. D. Con i nostri climi non serve, abbiamo un'insolazione piu' che sufficiente. E' deleteria e pericolosa nel cavallo adulto.
Vit. E, mg 127 per Kg e' una quantita' troppo piccola, non serve.
Vit. gruppo B, inutili, il cavallo le sintetizza a livello intestinale.
Vit. H, non solo inutile, ma anche deleteria. Aggiungerla inibisce la capacita' di produrla da parte del cavallo.
Ferro. Non serve, anzi e' deleterio soprattutto in presenza di poco Cu.
Un po' di aminoacidi vari, male non fanno.

Consiglio che posso dare, non usatelo !
Top
Profilo Invia messaggio privato
rhox
Site Admin


Registrato: 20/03/07 22:27
Messaggi: 1769
Residenza: Piemonte- Torino- Sciolze

MessaggioInviato: Lun Nov 15, 2010 2:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

tra l'altro una cosa da cui ho sempre diffidato è un mangime adatto a puledri e cavalli adulti, anche se da riabilitare Rolling Eyes

se è per puledri è per puledri. tra l'altro pensare di somministrarlo in quantità così simili in due fasi della crescita che necessitano di esigenze diverse.. Rolling Eyes

già che ci siamo.. il cartellino continua con contenuto di minerali tipo calcio, fosforo, ecc?
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Alberto



Registrato: 09/04/06 12:50
Messaggi: 518

MessaggioInviato: Mer Nov 17, 2010 1:49 am    Oggetto: Rispondi citando

rhox ha scritto:
tra l'altro una cosa da cui ho sempre diffidato è un mangime adatto a puledri e cavalli adulti, anche se da riabilitare
se è per puledri è per puledri. tra l'altro pensare di somministrarlo in quantità così simili in due fasi della crescita che necessitano di esigenze diverse..

Su questo avrei da discutere, non sono del tutto convinto di questa cosa.
Proviamo ad immaginare un puledro nato allo stato selvaggio. La mamma lo allatta per alcuni mesi, ma non e' che in questo periodo beva solo latte. Comincia a mangiucchiare erba, semi, frutti, cortecce, e quello che trova. Prima in piccole quantita' poi, man mano aumenta e lo fa in maniera assolutamente autonoma, in base alle proprie necessita'.
Le stesse cose sono mangiate dagli altri cavalli, in quantita' diverse, ovviamente. Eppure il puledro cresce normalmente, con gli stessi alimenti.
Anche i cavalli malati mangiano, se mangiano, gli stessi alimenti.

Citazione:
già che ci siamo.. il cartellino continua con contenuto di minerali tipo calcio, fosforo, ecc?

No, evidentemente la legge non lo prevede

Vi aggiungo, sempre dello stesso produttore, il mangime dichiarato "riabilitativo" per cavalli colpiti da laminite acuta/cronica (?)

Questo particolare tipo di mangime è stato studiato per soggetti debilitati, per cavalli colpiti da laminite acuta o cronica. Grazie alla elevata qualità delle materie prime offre la migliore selezione di principi nutritivi che permettono al cavallo di riequilibrare tutte le sue attività metaboliche.
Si può cominciare a somministrare il prodotto circa dieci giorni dopo l’insorgere della malattia in forma acuta come coadiuvante dei farmaci veterinari.

MODALITA’ DI IMPIEGO:
Indicato per soggetti colpiti da laminite acuta/cronica. Somministrare gr 300 per Kg 100 di peso cavallo per le prime due settimane gr 400/500 per Kg 100 di peso cavallo dalla terza settimana in avanti 800 a 1000 g. per Kg.100 di peso cavallo. Suddividere in 3 profende giornaliere. Lasciare a disposizione acqua potabile, pulita e buon foraggio.


INGREDIENTI:
ORZO fioccato/macinato – MAIS fioccato/macinato – FARINA DI FIENO – POLPE DI BIETOLE – SOIA integrale estrusa (prodotto da Soia geneticamente modificata) – SEME di LINO estruso – MELASSO DI CANNA DA ZUCCHERO – OLIO di SOIA grezzo (prodotto da Soia geneticamente modificata)– CARBONATO DI CALCIO da rocce macinate – FOSFATO BICALCICO di origine minerale – CLORURO DI SODIO – BICARBONATO DI SODIO -INTEGRATORE VITAMINICO MINERALE.

Vedete un po' voi ...
Top
Profilo Invia messaggio privato
rhox
Site Admin


Registrato: 20/03/07 22:27
Messaggi: 1769
Residenza: Piemonte- Torino- Sciolze

MessaggioInviato: Mer Nov 17, 2010 12:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Alberto ha scritto:
rhox ha scritto:
tra l'altro una cosa da cui ho sempre diffidato è un mangime adatto a puledri e cavalli adulti, anche se da riabilitare
se è per puledri è per puledri. tra l'altro pensare di somministrarlo in quantità così simili in due fasi della crescita che necessitano di esigenze diverse..

Su questo avrei da discutere, non sono del tutto convinto di questa cosa.
Proviamo ad immaginare un puledro nato allo stato selvaggio. La mamma lo allatta per alcuni mesi, ma non e' che in questo periodo beva solo latte. Comincia a mangiucchiare erba, semi, frutti, cortecce, e quello che trova. Prima in piccole quantita' poi, man mano aumenta e lo fa in maniera assolutamente autonoma, in base alle proprie necessita'.
Le stesse cose sono mangiate dagli altri cavalli, in quantita' diverse, ovviamente. Eppure il puledro cresce normalmente, con gli stessi alimenti.
Anche i cavalli malati mangiano, se mangiano, gli stessi alimenti.


mangiano la stessa cosa, ma le quantità sono differenti.
magari anche nella scelta delle essenze "integrative"..
noi se forniamo una razione composta da noi non gli consentiamo di differenziare le loro esigenze..
posso vedere un mangime dato tra puledri grandi (dai 2 anni) e adulti, ma un puledro a fine svezzamento? Rolling Eyes
un cavallo libero cerca da solo quello di cui ha bisogno e in certi periodi cerca erbe a discapito di altre.. quindi già fornirgli un'alimentazione costante non è ottimale per le sue microcarenze (che non vuol dire darsi a cose folli nelle razioni, anzi. la semplicità prima di tutto. ma un cavallo in natura non mangia solo certe erbe e solo certi cereali.. motivo per cui nasce il bisogno di un'integrazione di certi elementi), accumunarla a tante età diverse mi pare un po' esagerato..

questo non mi piace di quei mangimi che van bene per tutti..
perchè in natura i cavalli non mangiano tutti le stesse cose in stesse quantità (cosa tra l'altro riproposta dal cartellino citato)
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Alberto



Registrato: 09/04/06 12:50
Messaggi: 518

MessaggioInviato: Mer Nov 17, 2010 4:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

rhox ha scritto:
mangiano la stessa cosa, ma le quantità sono differenti.
magari anche nella scelta delle essenze "integrative"..

E io cosa ho detto ?
Molto spesso facciamo confusione, che pero' ci e' stata indotta da un perverso modo di vedere la faccenda dell'alimentazione.
Parliamo di razione e di composizione della stessa basandoci su calcoli di contenuti proteici, energetici, ecc. ecc. per poi dimenticare la qualita' degli alimenti che somministriamo.
Un mangime e', sempre, una manipolazione di sottoprodotti a basso costo che servono all'uomo per fare soldi. Niente altro.
Perche' si evitano le granaglie semplici, i semi che compri al consorzio per intenderci, e si favoriscono altri alimenti derivati ?
La risposta e' semplice: costano meno e possono essere venduti piu' cari alla luce di integrazioni, spesso fasulle, miglior digeribilita', e cose del genere.
Secondo voi chi paga le auto dei rappresentanti ? e la pubblicita' sulle riviste specializzate ? e i sacchi colorati ? e tutto il resto ?)
Citazione:
noi se forniamo una razione composta da noi non gli consentiamo di differenziare le loro esigenze...posso vedere un mangime dato tra puledri grandi (dai 2 anni) e adulti, ma un puledro a fine svezzamento?)

Il segreto e' proprio la semplicita'. Quando il puledro e' in crescita necessita di una maggior quantita di proteine che gli servono per costruirsi. La quantita' necessaria e' decrescente in base all'eta'. Intorno ai 4 anni, con i distinguo relativi alle razze, la crescita e' ultimata e la razione e' diventa quella del cavallo adulto.
Gli elementi che compongono la razione del puledro sono sempre gli stessi:

fieno di prato
avena
soia (o altri alimenti altamente proteici, tipo fave)
integratori (che sono sempre gli stessi perche' devono mettere a punti gli elementi della razione stessa e sono indipendenti rispetto al cavallo)
acqua)
Citazione:

un cavallo libero cerca da solo quello di cui ha bisogno e in certi periodi cerca erbe a discapito di altre.. quindi già fornirgli un'alimentazione costante non è ottimale per le sue microcarenze)

Le microcarenze le risolvi con un corretto apporto di minerali e di vitamine assieme alla razione alimentare. Ribadisco il concetto, devi sistemare la razione, non il cavallo.
Citazione:
(che non vuol dire darsi a cose folli nelle razioni, anzi. la semplicità prima di tutto. ma un cavallo in natura non mangia solo certe erbe e solo certi cereali.. motivo per cui nasce il bisogno di un'integrazione di certi elementi), accumunarla a tante età diverse mi pare un po' esagerato..

Facciamo un esempio: i nostri fieni sono generalmente ricchi di ferro e carenti di rame e di zinco. Cosa devi fare ? aggiungere rame e zinco per bilanciare. Cosa ottieni ? un alimento bilanciato che va bene sia per il cavallo vecchio sia per il puledro. Perche' inventarsi problemi che non esistono ?

Per concludere: per tutti i cavalli, dal puledro al cavallo vecchissimo, valgono le stesse regole. E possono tranquillamente mangiare le stesse cose.

Vale anche per l'uomo. In famiglia che si mangia ? quello che la mamma propone giorno per giorno. Puo' essere che tuo fratello non ami il fegato, ad esempio, e non lo mangia, ma il resto si. Pasta, insalata, carne, frutta, ecc. Da piccolo mangia le pappine, ma poi mangia quello che mangi tu.
Top
Profilo Invia messaggio privato
rhox
Site Admin


Registrato: 20/03/07 22:27
Messaggi: 1769
Residenza: Piemonte- Torino- Sciolze

MessaggioInviato: Mer Nov 17, 2010 5:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

alberto, forse non ci capiamo sulla tipologia di prodotti.
io non dico che il puledro debba mangiare qualcosa di diverso in sè, ma che un puledro per me non ha senso che mangi un mangime "completo e composto" che copre le esigenze anche di un cavallo adulto (sulla base di quale dei due viene calcolato come apporti?).
poi è ovvio che gli ingredienti sono uguali per tutti, però le concentrazioni e la tipologia sarà adattata anche in base all'età no? Wink

e con microcarenze non parlo di vitamine e minerali, ma di composti "ad effetto medico", giusto per fare un esempio il tarassaco col potere diuretico piuttosto che un cardo ricco di polifenoli, ecc..
quelli col mangime e l'integratore non li integri..
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Alberto



Registrato: 09/04/06 12:50
Messaggi: 518

MessaggioInviato: Mer Nov 17, 2010 11:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

rhox ha scritto:
alberto, forse non ci capiamo ... e un puledro per me non ha senso che mangi un mangime "completo e composto"...

Sfondi una porta assolutamente aperta ;o)
Top
Profilo Invia messaggio privato
rhox
Site Admin


Registrato: 20/03/07 22:27
Messaggi: 1769
Residenza: Piemonte- Torino- Sciolze

MessaggioInviato: Mer Nov 17, 2010 11:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

appena ho tempo tra l'altro (tempo di finire di tradurre un articolo e tirarne le somme a livello argomentativo.. ovvero.. settimane Rolling Eyes) volevo tirare fuori un po' di questioni su cosa viene pubblicato da organi deputati allo studio e ricerca in campo alimentare equino.. tipo la KER

tu intanto hai qualche opinione in merito?
penso di sì, per quanto gli studi siano molto interessanti, il loro orientamento è verso la costituzione di alimentazione completa e alimenti il più possibile completi.
non si sono mai dissociati dall'utilizzo dei loro lavori da parte dei mangimifici con pellettati, ecc..
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Alberto



Registrato: 09/04/06 12:50
Messaggi: 518

MessaggioInviato: Gio Nov 18, 2010 1:53 am    Oggetto: Rispondi citando

rhox ha scritto:
.. tipo la KER
tu intanto hai qualche opinione in merito?
... non si sono mai dissociati dall'utilizzo dei loro lavori da parte dei mangimifici con pellettati, ecc..

Il Kentucky Equine Reserch nacque una ventina di anni fa. Fu' fondato da 3 personaggi molto conosciuti, credo tutti veterinari, Pagan e altri due di cui non ricordo il nome (ve lo diro' quando rientro, adesso sono a 7000 Km da casa). Il movimento in Italia si e' sviluppato in Veneto con la partecipazione di un dentista per cavalli sloveno, il Dr. Krusich. L'idea di base, tutto sommato, non era del tutto sbagliata, ma era fondamentalmente commerciale.
Gli step erano 3.
1 - Visita del cavallo da parte del nutrizionista. Peso, stato generale, analisi del lavoro, alimentazione corrente, eventuale analisi delle feci, del fieno e dei terreni. Insomma, un quadro molto completo.
2 - Intervento del dentista. Sistemazione delle tavole dentarie, riallineamento soprattutto degli incisivi e eliminazione delle puntine laterali oltre che delle punte vere e proprie.
3 - Formulazione della dieta e fornitura dei mangimi del KER.

Io mi sono dissociato dalla "congrega" abbastanza presto, quando mi sono reso conto che lo scopo era solo quello di vendere mangime. Oltre a questo, gia' fino da allora, mi sono trovato a discutere sull'uso dei mangimi al posto delle granaglie. Con gli americani non e' stato possibile avere un minimo di dialogo. Sono stati sempre assolutamente irremovibili.
Oggi il KER si appoggia a produttori di mangime importanti che usano i nuclei proposti, e prodotti, dal KER stesso. Oppure producono direttamente. Sono diventati una potenza a livello mondiale.
Che vuoi che ti dica ... W le granaglie intere, asciutte e crude ;o)
Top
Profilo Invia messaggio privato
marti



Registrato: 10/02/10 19:52
Messaggi: 25
Residenza: umbria..città di castello

MessaggioInviato: Gio Nov 18, 2010 11:47 am    Oggetto: Rispondi citando

approfitto del topic già aperto per un parere...
umidità:12,50
proteina grezza:11,70
grassi grezzi:3,50
fibra:9,00
ceneri:5,00
Ca:1,00
P:0,50
ingredienti: mais, avena, orzo, carrube frantumate, integrazone minerale vitaminica.( i cereali sono schiacciati)

vitamina A 10.000 U.I
D3 2.000 U.I
E 10 mg
B1 10 mg
B2 20 mg
B12 0,08 mg
K 10 mg
PP 20 mg
acido D-pantotenico 8 mg
colina cloruro 360 mg
ferro 80 mg
iodio 2,5 mg
manganese 55 mg
Cu 20 mg
Se 0,10 mg
Zn 45 mg
cobalto 2 mg
Top
Profilo Invia messaggio privato
Alberto



Registrato: 09/04/06 12:50
Messaggi: 518

MessaggioInviato: Gio Nov 18, 2010 5:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

marti ha scritto:
approfitto del topic già aperto per un parere...

Ti rimando a questo topic, ti descrive esattamente quello che penso. Auspico una rilettura da parte tua.

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Nello specifico ti posso dire:

Proteina grezza alta, max 9%
Troppo mais
Cereali schiacciati, perdita di qualita' immediata e continua
Rapporto Ca/P OK

Presenza di Vit. D, non necessaria e potenzialmente pericolosa
Scarsa Vit. E
Vit. gruppo B non servono
Presenza di Ferro, inutile e anche deleterio
Zinco inesistente

Le integrazioni minerali e vitaminiche aggiunte, in particolare nei fioccati o schiacciati, non sono mai dosabili. La motivazione e' semplice: il peso degli integratori, diverso da quello degli alimenti, tende a far si che i diversi componenti si scindano. Quando arrivi in fondo al sacco somministri solo quantita' industriali di integratori.

Parere finale:

In linea di massima sconsigliabile !

Ripropongo CIA (crude, intere, asciutte),
quindi CIA (cavallo intelligentemente alimentato)

Et voilà !
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Links, recensioni e iniziative Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 0.142