Indice del forum

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Consigli alimentazione

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Governo e addestramento
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Dic 17, 2017 10:54 am    Oggetto: Ads

Top
Marengo



Registrato: 02/02/10 19:10
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Ven Feb 05, 2010 11:23 am    Oggetto: Consigli alimentazione Rispondi citando

Sto cominciando ad informarmi sull'alimentazione, un elemento che inizialmente ho messo in secondo piano perchè apparentemente il mio cavallo sta benissimo con questo tipo di dieta: pelo lucido, niente costole in vista.
Dunque, il cavallo mangia 3kg di cereali misti schiacciati sul momento (così composti: 40% orzo 30%avena 30%mais) + 1kg di integratore pellettato (non so se posso dire la marca) composto essenzialmente da cereali ed elettroliti + 1kg di mele e carote.
Da quello che ho capito le mele vanno eliminate e ho già smesso di dargliele, ma continuo a dargli le carote.
Che dite dell'integratore?
Per quanto riguarda i cereali, devo dare avena pura? Mi hanno ribadito che scalda molto e che se gli do 3kg di avena al giorno non ci metto più il sedere sopra.
Il fieno al momento è razionato (non so di preciso le dosi)
Cosa mi suggerite?
Top
Profilo Invia messaggio privato
rhox
Site Admin


Registrato: 20/03/07 22:27
Messaggi: 1769
Residenza: Piemonte- Torino- Sciolze

MessaggioInviato: Ven Feb 05, 2010 11:50 am    Oggetto: Rispondi citando

di pure il nome (lasciamo libertà di metterlo, basta non associarlo a commenti negativi), anzi se riesci a mettere il cartellino si hanno anche altre informazioni sulla composizione..
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
blackhorse68



Registrato: 07/10/08 11:42
Messaggi: 65
Residenza: Vicenza

MessaggioInviato: Ven Feb 05, 2010 2:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

A Novembre il Vererinario visitando la Kyra per il vacino mi dice che dovevo sostituire l'avena cruda intera (circa 0,5Kg) con 1Kg di wafer perchè l'avena "scalda" e la cavalla è appena appena sotto peso(si vedono quasi quasi le costole).
Il wafer raccomandatomi è un misto di cereali, medica disidratata e fieno.
Alla mia domanda: ma lavorando poco non è che la sovracarica?

no non ti preoccuopare.

Dopo circa un mese, vedo la cavalla sempre più nervosa e "sgroppante" (anche con me sopra), lanciatissima nel paddok con atteggiamenti quasi da puledro (galoppi frenetici e calci volanti di punto in bianco).

Ho tolto progressivamente il wafer e ho ricominciato con l'avena, la cavalla è tornata "normale", gli si vedono ancora leggermente le costole ma ha un pelo lucido e lo sguardo sveglio lo stesso.



P.S. Alimentazione giornaliera: 15Kg di fieno circa + 0,5 Kg di avena , carote e frutta (quando sono in offerta ) rotolo di sale sempre disponibile.
Top
Profilo Invia messaggio privato
rhox
Site Admin


Registrato: 20/03/07 22:27
Messaggi: 1769
Residenza: Piemonte- Torino- Sciolze

MessaggioInviato: Ven Feb 05, 2010 3:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

ma vedere leggermente le costole non è sintomo di magrezza in un cavallo Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Bebah



Registrato: 15/05/08 17:24
Messaggi: 563
Residenza: rovigo

MessaggioInviato: Ven Feb 05, 2010 3:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hai tralasciato di dire l'attività svolta principalmente dal cavallo, quanto lavora e che tipo di lavoro svolge?
L'avena non è vero che scalda... sono gli altri cereali che tendenzialmente "deprimono" il cavallo, mentre l'avena contiene triptofano, che permette al cavallo di esprimersi per quello che è.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marengo



Registrato: 02/02/10 19:10
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Ven Feb 05, 2010 3:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'integratore è Purina Fuel Rider.
L'attività svolta dal cavallo non è particolarmente intensiva: montato tre o quattro volte a settimana, lavoro in piano, qualche saltino (molto basso, specialmente da quando è sferrato), qualche passeggiatina nei dintorni (mezzoretta dopo il lavoro in campo).
In inverno è molto più discontinua perchè non abbiamo il coperto, quindi oltre a lavorare meno, esce anche meno. Comunque quando le condizioni meteo lo consentono, viene tirato fuori al mattino e messo in box la sera. Purtroppo con l'inverno capita spesso che stia nel box o che stia in paddok solo un'ora o due.
So che quando è "fermo" come in questo periodo gli riducono la dose a circa 2kg di cereali e 1 kg di integratore.
In definitiva, quanta avena al giorno proponete, fermo restando che vorrei non vedere le costole.
Grazie per l'invito al corso di gestione naturale, peccato che questo week end non potrò assolutamente venire: il 10 ho l'ultimo esame della mia carriera universitaria. Ce ne saranno altri più avanti?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Alberto



Registrato: 09/04/06 12:50
Messaggi: 518

MessaggioInviato: Ven Feb 05, 2010 5:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Da quello che leggo non dai dei cereali, ma dei surrogati. La schiacciatura, come la fioccatura e la laminatura, sono degli astuti espedienti che usano i mangimisti per mascherare i loro intrallazzi. Non parliamo poi dei pellettati, veri ricettacoli di ogni tipo di fondo di magazzino.

I tecnologi alimentari considerano il prodotto agricolo come una fonte di materiale grezzo dal quale estrarre i componenti base da ricombinare nei cibi che la gente ama e somministra come cibo. Gli animali nutriti con alimentazione-spazzatura costituiscano la norma, mentre quelli le cui diete ricalcano l’alimentazione di 50 anni fa siano ritenuti devianti. Tutto ciò è solo "mania alimentare".

Tutti gli alimenti trattati fanno sentire sazio un animale mentre in realtà è malnutrito. Gli industriali dell'alimento sono molto abili, hanno trovato sostitutivi del cibo semplice, che forniscono sostanze sintetiche dannose, acqua e anidride carbonica, ma non minerali e vitamine. Tutte le manipolazione che portano ad una raffinazione del cibo ottengono come risultato la malnutrizione sottoforma di calorie "nude" o "vuote".

Un'alimentazione e' "alimentazione spazzatura". Fornisce alimenti di qualità scadente: alimenti estratti dai cibi integrali, con aggiunta di urea, zuccheri, alcol, farine di dubbia provenienza, crusche, sottoprodotti anche non commestibili come le lolle del riso; i cibi spazzatura sono artificiali, anche derivati da organismi viventi, sia animali sia vegetali. Quando un seme è maturo, contiene le quantità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali necessari per far crescere una nuova pianta. Nei cibi trattati queste componenti non sono presenti. Gli effetti di una malnutrizione sono incredibili. Il cibo spazzatura somministrato per lungo tempo condurrà ad assuefazione. Infatti, in un primo tempo, eliminando questo tipo di alimentazione, si produrranno sintomi come di malattia o allergia. Sintomi di nevrosi appaiono sempre con maggior frequenza e molte problematiche fisiche possono ricondursi ad una alimentazione errata.

E' necessario ricordare sempre che vitamine, minerali, aminoacidi, NON sono medicine, sono ALIMENTI, per cui i veterinari che mettono questi supplementi alimentari nella stessa categoria dei tranquillanti o di altre sostanze sintetiche e che pensano di doverli ricettare come gli antibiotici o gli altri farmaci, dovranno rivedere la loro posizione.
I veterinari cominciano la loro attività basandosi solo sulla teoria virale delle malattie, non immaginando che possano essere provocate dalla mancanza di vitamine e minerali, dando per scontato che non ce ne sia bisogno. Ammettono il bisogno dei supplementi, però solo quando ci sono solo specifiche malattie da carenza.
Le vitamine e i minerali vengono eguagliati al trattamento farmacologico, che spesso implica la possibilità di reazioni tossiche. Quando i veterinari affermano che ci vuole l'esperienza veterinaria per riconoscere le sindromi da carenza, sono nel giusto, ma, poichè vitamine e minerali dovrebbero essere classificati correttamente fra le sostanze nutritive, la situazione diventa completamente diversa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Rallyman



Registrato: 21/01/10 18:30
Messaggi: 11
Residenza: Rimini

MessaggioInviato: Lun Feb 15, 2010 12:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Marengo, sono completamente daccordo con quanto ha scritto Alberto.

Lascia perdere i fioccati i wafer/pellet/crock ti ha detto bene Alberto cosa contengono e perchè li fanno; quello che deve mangiare un cavallo è dell'ottimo fieno, se i fabbisogni lo richiedono cereali (avena, orzo, mais), integratore mineral vitaminico, della buon acqua e un rullo di sale a disposizione.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Rallyman



Registrato: 21/01/10 18:30
Messaggi: 11
Residenza: Rimini

MessaggioInviato: Lun Feb 15, 2010 12:05 am    Oggetto: Rispondi citando

Dimenticavo una cosa importante: non è assolutamente vero che l'avena "scalda" o che fa diventare il cavallo una iena, ovviamente ogni cereale che sia avena od orzo o mais va usato solo se ce nè bisogno, ovvero solo se il cavallo ha dei fabbisogni che vanno oltre il semplice mantenimento di un animale adulto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
bruno



Registrato: 10/01/10 10:00
Messaggi: 52
Residenza: CAMPANIA - Orria (SA)

MessaggioInviato: Gio Apr 08, 2010 3:56 pm    Oggetto: La qualità dell'acqua per i cavalli Rispondi citando

Rallyman ha scritto:

...quello che deve mangiare un cavallo è dell'ottimo fieno, ....della buon acqua ...

Ho notato che quando si parla di acqua per i cavalli viene sempre posto l'accento sulla necessità che questa sia "buona", "pura", "cristallina" et similia.
Per quello che può valere, vi dirò che le mie cavalle, anche quando pascolano sulla riva del ruscello nel fondo valle, preferiscono affrontare una lunga e ripida salita per abbeverarsi ad uno stagnetto fangoso posto a mezza collina, dove entrano con le zampe intorbidendo tutto, disdegnando le acque fresche e cristalline del ruscello che hanno avuto sotto il muso per delle ore. In un primo momento ho pensato che non amassero l'acqua corrente, ma poi ho notato che nel ruscello ci sono numerose pozze dove l'acqua è praticamene ferma.
D'inverno, poi, bevono nella prima pozzanghera fangosa che capita loro a tiro, magari a due passi dal ruscello.
Con questo non voglio suggerire che qualsiasi acqua putrida possa andare bene, ma credo che abbia poca importanza che l'acqua sia limpida o torbida, sporca o pulita, quando sono i cavalli stessi a decidere che cosa bere.

_________________
bruno
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
rhox
Site Admin


Registrato: 20/03/07 22:27
Messaggi: 1769
Residenza: Piemonte- Torino- Sciolze

MessaggioInviato: Gio Apr 08, 2010 8:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

in tal caso il problema dell'acqua solo è averla a disposizione sotto più forme per poterla scegliere..
anche le mie quest'inverno bevevano anche dalle pozzanghere.. ma l'acqua della bacinella andava rabboccata comunque..
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Governo e addestramento Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 6.441